HO RICEVUTO DUE MAIL, E ALLORA…

di Filippo Giannini    La prima mail: <Caro ing. Giannini, l’altra sera su “la 7”, c’era un servizio sulla guerra d’Abissinia, con il solito corollario di malefatte compiute dai soldati italiani all’epoca preda del “male assoluto”. Venivano mostrati servizi fotografici di gente mutilata o devastata dall’uso, da parte degli italiani, di gas tossici (…). Vorrei che anche in questo caso, … Continua a leggere

SIGNORI, VI PRESENTO “GLI ANGELI DEL BENE”

di Filippo Giannini    No, non voglio scrivere della tratta degli schiavi, o dello sterminio dei pellirossa, oppure delle carneficine messe in atto in India o altre parti del globo, ma mi voglio avvicinare ai nostri giorni e dare, nel contempo, la motivazione del titolo.  Dovrò citare due veri grandi criminali dell’umanità, ancora oggi trattati come grandi statisti e richiamare … Continua a leggere

SENZA COMMENTO… O QUASI

SENZA COMMENTO…O QUASI IPSE (PRE) DIXIT di Filippo Giannini    Il dott. Riccardo Korherr era un bavarese, nato nel 1903 a Regensburg. Dopo aver frequentato l’università nella facoltà di legge e sociologia, scrisse: Dominazione delle nascite: morte dei popoli. Di Korherr si è detto: <Più libero nella lotta che intende condurre in difesa della civiltà occidentale, minacciata da un complesso … Continua a leggere

LA PUREZZA DELLE AUSILIARIE NELLA R.S.I.

LA  PUREZZA  DELLE AUSILIARIE  NELLA R.S.I. UN’ALTRA STORIA (SUBLIME) VERA      Alcuni lettori più attenti ricorderanno che pochi giorni fa pubblicai un articolo dal titolo “Roberta, sei dei nostri! – Storia di due donne tanto diverse”. Per i lettori che non dovessero ricordare l’argomento trattava di due eroine completamente diverse, una la Monica Lewinsky, l’eroina (si fa per dire) … Continua a leggere

Atti segreti del processo ad Omar el-Mukhtar

1.Tribunale speciale di Bengasi – Interrogatorio dell’imputato L’anno millenovecentotrentuno il giorno quindici del mese di settembre in Bengasi nell’Ufficio d’istruzione delle Carceri Regionali. Avanti a Noi Franceschino Dr. Giuseppe G. Istruttore e con l’intervento del P.M. in persona del R. Avvocato Militare Bedendo cav. uff. Giuseppe, Giudice Istruttore, assistito dal Cancelliere infrascritto è comparso il detenuto OMAR EL MUCTAR, il … Continua a leggere

CHI CURERA’ LA MIA MALATTIA?

CHI CURERA’ LA MIA MALATTIA? Maschere e mascherate dI Filippo Giannini      In una società sana il cittadino può cambiare idea politica, ma questo non è concesso all’uomo politico (se non con l’abbandono della politica), poiché da ciò si evince il peso delle sue valutazioni ed idee. Ma oggi il politico è un mercante che, sfruttando la volubilità delle … Continua a leggere

ERA PROPRIO CAINO L’ASSASSINO?

Il primo vinto reietto della storia umana è il povero Caino. Secondo la Bibbia Dio gradì i doni di Abele, ma non gradì i doni di Caino (purtroppo non si spiega bene la ragione di questo non gradimento….) ed allora l’irritato Caino avrebbe assassinato Abele. In realtà è la millenaria lotta tra contadini (Caino) e pastori (Abele). I primi che … Continua a leggere

ALTOATESINI DI CULTURA TEDESCA

ALTOATESINI DI CULTURA TEDESCA Qualche tempo fa è mancata una nostra amica nata in Alto Adige, cittadina italiana di cultura tedesca e divenuta cittadina tedesca. Era una donna eccezionale, medico dentista che risiedava a lungo in provincia di Savona. Alla fine della 1* guerra mondiale le nazioni “democratiche” che avevano vinto per l’autodeterminazione dei popoli commisero dei soprusi enormi. Dopo … Continua a leggere

LA STORIA E’ SEMPRE SCRITTA DAI VINCITORI

La storia è sempre stata scritta dai vincitori che hanno cercato di farsi loro belli, eroci egiusti mentre i vinti sarebbero sempre stati brutti, vigliacchi e criminali. Per fare ciò sono stati fatti sparire documenti, sono stati cambiati i resoconti dei fatti, i vari personaggi, veri voltagabbana, si sono ricreati una verginità politica.diventando i più intransigenti detrattori di chi avevano … Continua a leggere

LUIGI OSCAR SCALFARO…..

O.Luigi Scalfaro:da P.M., mandò al muro 8 persone. Da un articolo di Paolo Pisanò, apparso su “Il Giornale”, nel 1995. Sono otto, salvo conguaglio,le condanne a morte di fascisti,chieste ed ottenute, dal pubblico ministero Oscar Luigi Scalfaro, con i suoi colleghi del “tribunale del popolo”, e della “Corte d’Assise Straordinaria” di Novara, dopo il 25 aprile 1945.Ciò,a dispetto della biografia … Continua a leggere